Vinificazione e tecnologia oggi

  • Autore: MICHEAL FALCHINI
  • 06 nov, 2017
imbottigliamento vino in stabilimento

Il vino è tra i principali prodotti Made in Italy famosi ed esportati in tutto il mondo.
La grande varietà climatica e di terreni consente ai produttori del nostro Paese, distribuiti nelle varie regioni, di ottenere vini unici, dai sapori, colori e proprietà organolettiche diversi e di ottimi.

Il processo di vinificazione si compone di diverse fasi, tutte da monitorare con estrema attenzione, in modo tale da ottenere un prodotto di prima qualità e che rispecchi le caratteristiche della sua tipologia. La temperatura esterna, i materiali dei contenitori utilizzati per le varie fasi e la tempistica sono elementi importanti, da tenere in considerazione e da valutare con attenzione estrema al momento di produrre il vino.


La temperatura esterna, i materiali dei contenitori utilizzati per le varie fasi e la tempistica sono elementi importanti, da tenere in considerazione e da valutare con attenzione estrema al momento di produrre il vino.

Innovazioni nella produzione del vino

La tecnologia interviene anche nel settore vinicolo, per aiutare i produttori a ottenere dei vini di alta qualità e per tenere sotto controllo le variabili che intervengono nelle fasi di produzione.                      

In tempi recenti sono stati ideati, creati e sperimentati degli strumenti utili a mantenere costanti le temperature e le componenti del vino: si tratta di macchinari che funzionano con dei linguaggi elettronici, in grado di leggere e analizzare i composti fenolici, quelli aromatici e gli zuccheri, descrivendo il vino e ricreando il processo di degustazione eseguito dai sommelier esperti.

Grazie all’utilizzo di queste tecnologie si è oggi in grado di produrre un vino leggero, secco, corposo o dolce, a seconda dei gusti, oppure miscelare diverse tipologie di vino in modo da ottenerne uno con le caratteristiche desiderate.

L'azienda agricola Casale di Falchini e la regolazione della temperatura

La tecnologia interviene per facilitare la vita dei produttori di vino con strumenti precisi, specifici e autonomi che prevengono da eventuali cambiamenti delle variabili secondo le quali un vino viene prodotto e gode di determinate proprietà.

L’azienda agricola Casale di Falchini è la prima, in tutto il territorio di San Gimignano, a utilizzare impianti realizzati con acciaio inossidabile, in grado di tenere sotto controllo e di regolare la temperatura nelle fasi di fermentazione e di vinificazione dei bianchi. Con una temperatura stabile il vino bianco Vernaccia è più stabile e può essere trasportato tranquillamente, viaggiando su lunghe distanze, anche attraversando gli oceani, mantenendo inalterate le proprietà organolettiche uniche che lo contraddistinguono.

Autore: MICHEAL FALCHINI 06 nov, 2017

Il vino è tra i principali prodotti Made in Italy famosi ed esportati in tutto il mondo.
La grande varietà climatica e di terreni consente ai produttori del nostro Paese, distribuiti nelle varie regioni, di ottenere vini unici, dai sapori, colori e proprietà organolettiche diversi e di ottimi.

Il processo di vinificazione si compone di diverse fasi, tutte da monitorare con estrema attenzione, in modo tale da ottenere un prodotto di prima qualità e che rispecchi le caratteristiche della sua tipologia. La temperatura esterna, i materiali dei contenitori utilizzati per le varie fasi e la tempistica sono elementi importanti, da tenere in considerazione e da valutare con attenzione estrema al momento di produrre il vino.


La temperatura esterna, i materiali dei contenitori utilizzati per le varie fasi e la tempistica sono elementi importanti, da tenere in considerazione e da valutare con attenzione estrema al momento di produrre il vino.

Autore: MICHEAL FALCHINI 16 ott, 2017

Una delle regioni a forte vocazione vitivinicola in Italia è senza dubbio la Toscana, che vanta un notevole numero di etichette DOC e DOCG.

La più grande eccellenza tra i vini toscani è senza dubbio il Chianti, un vino rosso di grande corpo e carattere, che viene prodotto in diverse zone della regione, come ad esempio i Colli Aretini, quelli Senesi, ma anche nelle regioni collinari di Firenze.

Tuttavia l’associazione Toscana-Chianti rischia in qualche modo di mettere in ombra altre prestigiose realtà vinicole della regione. Una di queste è senza dubbio la Vernaccia di San Gimignano, un vino della provincia di Siena che vanta una storia molto più antica del Chianti, è che ha per sua natura una flessibilità e un adattamento gastronomico unico nel suo genere.
Autore: MICHEAL FALCHINI 07 set, 2017

Di fronte alla vasta scelta di prodotti vinicoli all’interno delle catene della grande distribuzione, spesso diventa difficile districarsi tra eccellenze vinicole e i tentativi di imitazione delle grandi eccellenze vinicole del territorio, o comunque vini di qualità decisamente inferiore, che spesso vengono accostati l’uno accanto all’altro.

In aiuto del consumatore consapevole vengono le sigle di denominazione e indicazione certificata, che servono a garantire provenienza, tipologia di lavorazione, e soprattutto qualità superiore di ogni singola bottiglia di vino che viene fregiata di tali indicazioni.
Autore: MICHEAL FALCHINI 16 ago, 2017

Al ristorante come a casa, la scelta dei vini da abbinare a primi e secondi piatti desta spesso dubbi e perplessità.

In particolare, la dicotomia tra vini rossi e bianchi è uno dei temi su cui si incontrano più difficoltà nell’ambito gastronomico: quando infatti è preferibile abbinare a un piatto un vino rosso o uno bianco, e in base a quali criteri si distinguono le tipologie di pietanze più adatte a queste due macro-categorie enologiche?
Share by: